A tutti gli alunni della classe 3° Scuola Secondaria I grado

Si avvicina il momento dell'esame di stato conclusivo del primo ciclo e l'Istituto reputa importante che tutti Voi siate a conoscenza dei meccanismi che regolano formalmente le tappe per l'ammissione e per il voto finale.

Ammissione all'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione

Per essere ammessi all'esame è indispensabile la presenza dei seguenti  requisiti:

  1. aver frequentato almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato, fatte salve le eventuali motivate deroghe deliberate dal collegio dei docenti;
  2. non essere incorsi nella sanzione disciplinare della non ammissione all'esame di Stato prevista dall'articolo 4, commi 6 e 9 bis, del DPR n. 249/1998;
  3. aver partecipato, entro il mese di aprile, alle prove nazionali di italiano, matematica e inglese predisposte dall'Invalsi.

Nel caso di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline, il consiglio di classe può deliberare, a maggioranza e con adeguata motivazione, tenuto conto dei criteri definiti dal collegio dei docenti, la non ammissione dell'alunna o dell'alunno all'esame di Stato conclusivo del primo ciclo, pur in presenza dei tre requisiti sopra citati.

In sede di scrutinio finale il consiglio di classe attribuisce, ai soli alunni ammessi all'esame di Stato, sulla base del percorso scolastico triennale da ciascuno effettuato e in conformità con i criteri e le modalità definiti dal collegio dei docenti e inseriti nel PTOF, un voto di ammissione espresso in decimi, senza utilizzare frazioni decimali.

Il consiglio di classe, nel caso di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline, può attribuire all'alunno un voto di ammissione anche inferiore a 6/10.

L'Esame di stato

L'esame è strutturato su tre prove scritte ed un colloquio.

Le prove scritte relative all'esame di Stato, predisposte dalla commissione, sono tre:

1) prova scritta di italiano;

2) prova scritta relativa alle competenze logico-matematiche;

3) prova scritta articolata in una sezione per ciascuna delle lingue straniere studiate.

Prova di italiano: deve  accertare la padronanza della lingua, la capacità di espressione personale e la coerente e organica esposizione del pensiero da parte delle alunne e degli alunni. La prova, che verrà estratta a sorte la mattina stessa dello scritto, potrà riguardare:

  1. Testo narrativo o descrittivo
  2. Testo argomentativo
  3. Comprensione e sintesi di un testo

Prova scritta relativa alle competenze logico-matematiche:  deve  accertare la "capacità di rielaborazione e di organizzazione delle conoscenze, delle abilità e delle competenze acquisite dalle alunne e dagli alunni", tenendo a riferimento le aree previste dalle Indicazioni nazionali (numeri; spazio e figure; relazioni e funzioni; dati e previsioni). La prova, verrà estratta a sorte la mattina stessa, sarà composta da:

  1. Problemi articolati su una o più richieste
  2. Quesiti a risposta aperta

Prova scritta relativa alle lingue straniere:  si articola in due sezioni distinte ed è intesa ad accertare le competenze di comprensione e produzione scritta riconducibili al Livello A2 per l'inglese e al Livello A1 per il francese. Le due prove avverranno in sequenza con una breve pausa intermedia, saranno estratte a sorte la mattina stessa e potranno riguardare:

  1. Questionario di comprensione di un testo
  2. Completamento, riscrittura o trasformazione di un testo
  3. Elaborazione di un dialogo
  4. Lettera o e-mail personale
  5. Sintesi di un testo.

 

Colloquio: avviene alla presenza di tutta la sottocommissione (docenti del Consiglio di Classe)

Si sviluppa in modo da porre attenzione soprattutto alle capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, di collegamento organico tra le varie discipline di studio.

Come previsto dal decreto legislativo n. 62/2017, il colloquio tiene conto anche dei livelli di padronanza delle competenze connesse alle attività svolte nell'ambito di Cittadinanza e Costituzione.

Voto d'esame

La valutazione delle prove scritte e del colloquio viene effettuata sulla base di criteri comuni adottati dalla commissione, attribuendo un voto in decimi a ciascuna prova, senza frazioni decimali.

Alla prova scritta di lingua straniera, ancorché distinta in sezioni corrispondenti alle due lingue studiate, viene attribuito un unico voto espresso in decimi, senza utilizzare frazioni decimali.

Il voto finale viene determinato dalla media del voto di ammissione con la media dei voti attribuiti alle prove scritte e al colloquio.

La sottocommissione, quindi, determina in prima istanza la media dei voti delle prove scritte e del colloquio, esprimendo un unico voto, eventualmente anche con frazione decimale, senza alcun arrotondamento.

La media di tale voto con il voto di ammissione determina il voto finale che, se espresso con frazione decimale pari o superiore a 0.5, viene arrotondato all'unità superiore.

Su proposta della sottocommissione, la commissione delibera il voto finale per ciascun alunno.

Supera l'esame l'alunno che consegue un voto finale non inferiore a 6/10.

La commissione può, su proposta della sottocommissione, con deliberazione assunta all'unanimità, attribuire la lode agli alunni che hanno conseguito un voto di 10/10, tenendo a riferimento sia gli esiti delle prove d'esame sia il percorso scolastico triennale.

Esempio di calcolo del voto finale

Alunno ammesso con 7

 Voti d'esame:           colloquio 8

                               italiano 5

                               matematica 4

                               lingue 6

media esame = (8 +5+4+6)/4 =5,75

 

voto finale = (7 + 5,75) /2 =  6,375 -> 6

 

 Alunno ammesso con 9 

Voti d'esame:           colloquio 8

                               italiano 9

                               matematica 4

                               lingue 6

media esame = (9+8+4+6)/4 =6,75

 

voto finale = (9 + 6,75) /2 =  7,875 -> 8

 

 

Accesso a Scuolanext

Albo on line

albo on line

 
Vai all'inizio della pagina